Mono SP

Lucidatura

Project Detail

Si tratta di una lucida lastre automatica a testa singola a 3 assi di cui due interpolati per la finitura (lucidatura, levigatura, bocciardatura, sabbiatura) di lastre di marmo, granito e materiali compositi oltre che per pannelli di cemento.

A CHI SI RIVOLGE

È la macchina ideale per chi ha la necessita di eseguire diverse finiture su lastre di diversi spessori oltre che la finitura in serie di lastre dello stesso spessore. È ideale per la piccola azienda per avere una sezione di lucidatura flessibile e non di elevata produzione che consenta la lucidatura superficiale di lastre o parti di esse e per la grande azienda di finitura per avere internamente la possibilità di finitura di lastre o semilavorati.

CARATTERISTICHE

La macchina nella versione standard è costruita senza tavolo da lavoro, con due binari di scorrimento di cui uno posizionato a terra per facilitare il carico e lo scarico della macchina e con una lunghezza utile di lavoro di 8 mt e una larghezza utile di 2,1 mt necessari per il posizionamento di due lastre di grandi dimensioni. Sui due binari scorre un ponte in acciaio elettrosaldato dove sono state posizionate due guide a ricircolo di sfere che permettono la movimentazione del carro porta mandrino. La salita e discesa di quest’ultimo avviene mediante cilindro pneumatico per una perfetta finitura della lastra. È stato installato anche un sistema di controllo di pressione e contropressione per poter ottimizzare il livello di finitura desiderato su qualsiasi tipo di materiale.

La rotazione del mandrino avviene a mezzo di trasmissione tramite cinghie trapezoidali.

Per permettere una gestione e controllo di tutte le fasi della lavorazione da parte dell’operatore la macchina è equipaggiata lateralmente con una pedana da dove il personale può eseguire facilmente tutte le operazioni di acquisizione lastre e successivamente quelle di lavorazione.

Il mandrino è stato progettato e costruito con dimensioni notevoli per consentire un utilizzo continuato anche su più turni e l’esecuzione di lavorazioni come la bocciardatura che mettono a dura prova tutta la struttura della macchina.

L’acquisizione della forma della lastra viene effettuata tramite il posizionamento della testa sopra i punti sensibili della lastra e la conseguente acquisizione. Possono essere acquisiti infiniti punti in modo da eseguire la finitura precisa su lastre di ogni forma.

Scheda tecnica